Questo è l’anno in cui le vetrine dei negozi diventano digitali! Il 2013 segna il passaggio di consegne tra vetrine digitali e vetrine fisiche. Una ricerca Google mette in luce quanto il Natale 2013 abbia visto un boom di utenti alla ricerca delle migliori offerte online. Con le ricerche e gli acquisti di Natale sempre più concentrati sul web, emerge anche la tendenza ad uno shopping multi canale e multi device.
Come tutti gli anni Google ha svolto un’indagine di mercato sulle intenzioni di acquisto dei consumatori online. Opinioni, comportamenti ed intenzioni vengono analizzate per estrapolare i trend del momento.
Il sondaggio svolto mostra quanto il web sia sempre più la risorsa principale per lo shopping pre natalizio, con 4 consumatori su 5 che considerano internet la miglior risorsa per i regali natalizi. In controtendenza invece recensioni, TV e cataloghi cartacei.

I risultati 2013 hanno visto inoltre l’ascesa del “cross-device shopping”. Il 41% degli adulti intervistati ed il 76% dei proprietari di smartphone hanno indicato l’intenzione di utilizzare i loro smartphone per lo shopping natalizio (+17% rispetto allo scorso anno). Allo stesso modo anche gli acquisti da dispositivi mobili in generale vedono un notevole balzo in avanti, con picchi durante i weekend pre natalizi.

Questi dati potrebbero far pensare ad una cannibalizzazione delle vendite offline a favore di quelle online, niente di più falso. Grazie al sondaggio si può affermare che le vendite offline sono spinte dalle ricerche online, dove circa il 50% degli intervistati ammette di cercare informazioni online per poi acquistare in negozio.

Oltre alla multi canalità degli acquisti (per esempio smartphone-negozio), la ricerca mette in luce anche l’utilizzo di più dispositivi per lo shopping natalizio (smartphone-pc). L’80% degli intervistati partirà da un device per concludere con un altro. Questo ribadisce ancora una volta l’importanza di avere una strategia di marketing multi screen.

A guidare il mobile shopping sarà la Millennial Generation. I consumatori in età compresa tra i 18 ed i 34 anni traineranno gli acquisti online; dove la quasi totalità degli intervistati prevede di utilizzare internet come prima risorsa per i regali natalizi. (si stima che l’88% acquisterà tramite smartphone durante il periodo pre natalizio). 1 su 3 prevede di fare acquisti dal proprio smartphone con un incremento del 28% rispetto allo scorso anno. Incremento notevolmente minore per la fascia di adulti sopra i 35 anni, solamente + 13% rispetto al 2012.

La Millennial Generation primeggia anche per quel che riguarda l’utilizzo in generale dei dispositivi mobile. Il 30% degli appartenenti a questa generazione intende cercare ed acquistare tramite smartphone. (20% per gli adulti sopra i 35 anni). Interessante è inoltre il dato sugli acquisti “in negozio”, il 40% dei Millennials intende ricercare od acquistare online mentre si trova in negozio.

Error. Page cannot be displayed. Please contact your service provider for more details. (32)

Rispetto al 2012, le vendite natalizie del 2013 vedono i consumatori iniziare con largo anticipo le ricerche sul regalo da acquistare. Oltre la metà degli intervistati ha ammesso di iniziare le ricerche prima del ringraziamento (28 novembre) ed il 60% ha dichiarato di voler acquistare entro quel weekend. Mentre il rimanente 40% ha dichiarato che non concluderà l’acquisto prima di metà dicembre.

Altro dato interessante riguarda il comportamento femminile, dalla ricerca è emerso che le donne sono più attente al prezzo e ricercano sempre più l’offerta migliore. Il pubblico femminile è molto più incline a provare nuovi shop proponenti deals più accattivanti.

Molto interessante è anche il dato riguardo al budget preventivato per gli acquisti natalizi. Suddivisi per fasce d’età, vediamo il gruppo 25-34 anni primeggiare in quanto aumento del budget (+19% rispetto al 2012) mentre il gruppo 35-49 primeggia in quanto a budget a disposizione.

Tra i regali più ricercati per il Natale 2013 vi è tutta la categoria degli oggetti hi-tech indossabili (+100% rispetto al 2012). Rimangono ai primi posti il settore fashion, quello dei giochi e dell’intrattenimento.

La ricerca condotta da Google, in collaborazione con Ipsos, mette nero su bianco quella che era una situazione evidente a tutti gli esperti del settore, il contributo di una vetrina online per un negozio fisico unita alla necessità di avere una buona strategia marketing multi device. I commercianti tradizionali non possono più esimersi dall’avere uno spazio online dove promuovere la propria attività ed i propri prodotti.