Quando un’azienda decide di promuoversi online tramite Google My Business non sempre è in grado di affrontare la propria situazione al meglio per ottenere il massimo valore e non creare confusione all’utente.

Questo sia perché non tutti riescono a capire la differenza fra profilo di Google+, pagina “normale” e pagina local, sia perché alcuni casi non sono descritti nelle linee guida di Google e non ci viene dato alcun suggerimento su come è meglio operare.

Premessa

Per evitare di generare confusione sia a voi che agli utenti non date il nome della vostra azienda al profilo, ma un nome e cognome “reale” (che può anche essere inventato) e solo dopo create le vostre pagine. Anche perché attribuire al profilo il nome dell’azienda o di un gruppo che rappresentate potrebbe farvi incorrere nella sospensione dell’account da parte di Google.

Una volta creta la pagina, potrete poi nominare più gestori per la stessa.

Qualora aveste creato una pagina normale (quindi di tipo Brand) invece di una local possiamo seguire questa guida per trasformare una pagina normale in una pagina local su Google My Business.

Error. Page cannot be displayed. Please contact your service provider for more details. (10)

Avevamo già visto in passato come gestire un’azienda con più sedi tramite Google Places, i ragionamenti fatti sono tuttora validi, ma le cose sono leggermente cambiate con l’arrivo diGoogle My Business .

In questo articolo non parleremo delle catene di negozi per le quali può essere più interessante invece Google My Business Location, che è un prodotto di Google  un po’ diverso rivolto a chi ha almeno 10 punti vendita. Ci dedicheremo invece a chi ha meno (di 10) punti vendita o unità operative distinte.

Un’azienda con 2 o più sedi fisiche

Quando un’azienda ha 2 o più sedi fisiche come deve comportarsi con Google My Business?

Le opportunità sono:

  1. creare 2 (o più) pagine locali
  2. creare 1 sola pagina brand
  3. creare 2 (o più) pagine locali e una brand

Diciamolo subito. Probabilmente l’azienda è già presente su Google My Business con una scheda di tipo local creata automaticamente da google sulla base dei dati che reperisce nel web e relativi alla vostra attività, quindi creare solo la pagina brand è del tutto inutile.
È decisamente meglio gestire anche le pagine locali, soprattutto per poter gestire tutti i dati e le informazioni di contatto presenti sulla scheda, aggiornandoli nel caso in cui siano errati. Del resto, Google mostrerà sempre le pagine locali (anche se non sono verificate), quindi è meglio non abbandonarle a se stesse e fare in modo di riuscire a gestirle.

Inoltre, è molto più probabile che gli utenti visualizzino le pagine locali rispetto a quella brand quando effettuano una ricerca su Google, in quanto queste appaiono oltre che nei risultati locali e sulle Google Maps anche ricercando semplicemente il brand stesso (se non è comunque un brand veramente grosso). Quindi scartiamo subito l’opzione 2 ovvero quella relativa alla possibilità di creare solo la pagina brand.

Le altre opzioni sono entrambe valide, con l’unica differenza che gestire sia le due pagine locali sia la pagina brand richiede più tempo che gestire solo le pagine locali.

Cosa fare se l’azienda ha 1 pagina local e 1 pagina brand?

Siamo nell’opzione 3!

Se un brand è veramente grande sicuramente è il caso di gestire una pagina di tipo Business ma conviene sempre gestire anche le pagine local ad esso relative. Come gestire le pagine in questi casi?

È consigliato andare a replicare sulle pagine local ciò che viene postato sulla pagina principale (anche solo le notizie più importanti), condividendo offerte, news e soprattutto andando a personalizzare le promozioni locali.
Esistono dei tool – anche gratuiti, come hootsuite (limitatamente) – che ci aiutano ad automatizzare il tutto senza perdere troppo tempo. Ovviamente questa deve essere una scelta ponderata, bisogna valutare i pro e i contro e  l’automatizzazione deve essere mixata con pubblicazioni reali.

Ciò che consigliamo è di evitare di abbandonare la pagina dove si è lavorato fino a quel momento, per mancanza di tempo. Meglio preventivare subito la propria strategia e decidere in base alle proprie effettive possibilità qual è la pagina su cui si vuole investire per tenerla costantemente aggiornata.

Se le vostre sedi locali sono di “secondaria” importanza (ad esempio sono solo dei semplici negozi per il ritiro della merce) e quindi siete principalmente un’attività con un brand nazionale è bene comunque gestire le schede local tenendo aggiornati i dati e le informazioni di contatto relative alle varie sedi andando però a tralasciare l’aggiornamento della sezione post.
In questo caso consigliamo di pubblicare nelle pagine locali un’informazione che rimanda alla pagina business normale principale, avvisando quindi il visitatore di accedere a tale pagina per ottenere maggiori informazioni, dettagli ed offerte, insomma, per rimanere sempre aggiornato.

Il tutto dipende moltissimo da come volete gestire e promuovere in futuro il vostro business ed ogni attività ha le sue esigenze uniche e specifiche.

Quando creare solo pagine Local?

Siamo nell’opzione 1!

Nel caso di attività commerciali con brand non particolarmente grandi, si può pensare di gestire solo la pagina local relativa alla sede (o alle sedi) rinunciando alla gestione di una pagina business.

Del resto anche con l’ausilio di tool di automatizzazione, l’aggiornamento delle pagine è sempre qualcosa di molto impegnativo quindi meglio concentrarsi su un’unica pagina che, nel caso di attività locali, non può che essere una scheda local.

Se è già attiva da un po’ di tempo una pagina brand con contenuti e qualche follower possiamo avvisare gli utenti della presenza della pagina local ed eliminare la pagina brand, evitando quindi doppioni e confusione fra gli utenti.

Purtroppo non esiste modo per spostare gli utenti o i post se non farlo a mano, passaggio che dobbiamo assolutamente fare.

Se abbiamo più pagine brand e nessuna pagina local?

Ciò da cui non si può prescindere in ogni caso è la gestione delle schede local. Il peggior caso nel quale ci possiamo trovare è avere più pagine brand e nessuna pagina local.

Le pagine local, come abbiamo ripetuto più volte, sono essenziali per ogni attività locale. Fortunatamente esiste una soluzione rapida ed “indolore”, cioè trasformare le pagine brand in local.