Ma il tuo sito web è responsive? Chiedi a Google.

Di ieri l’ultimo post sul blog di Webmaster Tools di Google dove si annuncia l’arrivo di un nuovo strumento per monitorare l’usabilità del sito da dispositivi mobile.

Sappiamo tutti che il mobile sta avendo una crescita vertiginosa, non solo in termini di utenti, ma anche in termini di dispositivi. Ne esistono migliaia di modelli e non c’è uniformità nella dimensione e risoluzione degli schermi. Il nuovo tool si chiama “Usabilità sui dispositivi mobili” e si trova nel menu Traffico di ricerca. Cliccando su di esso verranno evidenziati tutti gli errori rilevati in fatto di usabilità del sito da dispositivi mobile. È logico che un sito non responsive ne restituirà innumerevoli. Il fatto che Google abbia addirittura progettato uno strumento che si occupa di analizzare questi dati la dice lunga sull’importanza che lo stesso motore di ricerca dia a questi dati e di conseguenza sull’importanza di fare un restyling dei siti web per la visualizzazione da mobile.

I risultati vengono divisi in:

  • Contenuti in Flash, se ancora non fosse chiaro ( e guardando in giro per il web non lo è) da mobile i contenuti in formato flash non sono visibili, perciò questa tecnologia è da evitare.
  • Visualizzazione non configurata, dove vengono incluse tutte le pagine per le quali non è stato impostato il ridimensionamento per l’accesso da dispositivi mobile, se un sito non è responsive in questa sezione troverai tutte le pagine del tuo sito.
  • Dimensioni del carattere piccole, anche in questo caso il problema è legato all’adattamento del layout ai dispositivi mobile.
  • Contenuti non ridimensionati in base alla visualizzazione, in questo caso si parla di scorrimento orizzontale, che deve essere assolutamente evitato. Un layout responsive non dà, ovviamente, questo problema.
  • Elementi da toccare troppo vicini, ovvero gli elementi che devono ricevere click come link e bottoni sono troppo vicini l’uno all’altro e di conseguenza l’utente avrà difficoltà a toccarli senza effettuare uno zoom. Un layout responsive ben fatto e progettato correttamente non dà questi problemi.

Per ogni voce è possibile accedere a Ulteriori informazioni, ovvero una sezione di approfondimento dove Google spiega come risolvere questi problemi e quali sono le soluzioni corrette da adottare. Al momento Google sta ancora vagliando molti siti, quindi è possibile che all’interno di uno stesso account ce ne siano alcuni che mostrano già i risultati del test e altri no.

Test su sito mobile responsive con Webmaster Tools Google   News PMI Servizi